Commenta per primo

E'stato l'unico giocatore degli ex Villareal presenti allo stadio 'Madrigal' a scendere in campo dal 1' contro molti dei suoi compagni del passato e davanti ai tifosi che lo hanno sostenuto fino a poco piu' di un anno fa. Borja Valero è stato uno dei pochissimi elementi della Fiorentina che hanno retto la baracca nella tutt'altro che brillante prova dei viola nella serata di ieri, nonostante una larga parte dei supporters del 'Sottomarino giallo' l'abbiano fischiato impietosamente, pur essendo stato uno dei pochissimi a salvarsi nella stagione che poi porto' alla retrocessione del Villareal. Sugli spalti comunque a seguirlo c'erano la moglie, Rocio Rodriguez, ed una decina di amici venuti apposta per fare il tifo per lui da Madrid, che hanno anche esposto lo striscione:'Borja grande 20'. Da segnalare che anche se sulle note ufficiali era  segnalato come vice capitano, al momento dell'uscita dal campo del detentore della fascia, Manuel Pasqual, con quest'ultimo che gliel'ha consegnata in eredita', l'interno di centrocampo spagnolo l'ha a sua volta consegnata a David Pizarro, con un gesto sicuramente molto significativo. Ma della serata di ieri sera rimarra' soprattutto una scena che ha ricordato molto un Fiorentina – Juventus di anni fa: infatti mentre lo spagnolo si apprestava a battere un angolo, insieme a Pasqual, gli è arrivata a pochi passi, lanciata dagli spalti, una sciarpa del Villareal; un qualcosa di molto simile a cio' che accadde a Roberto Baggio il 7 aprile 1991, quando per la prima volta il 'Divin codino' torno' al 'Franchi' e al momento della sua uscita dal campo ricevette un vessillo viola che lo stesso ragazzo di Caldogno raccolse, prima di lasciare il terreno di gioco, suscitando però le ire dei suoi tifosi d'allora, quelli della Juventus.