13
Ai microfoni di Radio Toscana, Rocco Commisso ha parlato di diversi temi legati alla Fiorentina: "Accettiamo la squalifica di Ribery, andiamo avanti. Mi spiace perché in Serie A era stato il migliore. Poveretto, poi gli è successo questo. Quando giocavo non andavo mai d'accordo con gli arbitri. La gente mi vuol bene anche se non vinciamo, speriamo di farlo presto. Ho visto i ragazzi demoralizzati, specie Ribery. E' stata una brutta giornata, per le espulsioni ma anche per gli infortuni di Lirola e Caceres".

SULLO STADIO - "La mia promessa non dipende solo da me, a differenza di Chiesa. Bisogna considerare la politica, le istituzioni, la Mercafir che deve muoversi... Se non si accelera e non ho il controllo, forse non lo faccio. Dev'esserci un bando per l'acquisto, non so quanto ci vorrà".

SU TONALI E IBRAHIMOVIC - "Sono sogni...non saprei ancora".

SUL SOSTITUTO DI CHIESA IN CASO DI ADDIO - "Non so niente. Non abbiamo parlato con Chiesa, le cose si fanno insieme".