1
Uno dei punti al centro del confronto svoltosi oggi è stato incentrato sul fatto che 8-10 giocatori dei 25-30 elementi che ho convocato nelle gare in cui sono stato c.t. azzurro, fra match di qualificazioni ed amichevoli, non sono titolari nei rispettivi club. Ho fatto notare agli allenatori del nostro campionato che questa cosa non solo penalizza il calcio italiano ma anche la Nazionale visto che poi chi scende in campo con la mia squadra fa fatica ad avere un giusto ritmo partita”. Lo ha detto il tecnico della Nazionale italiana Antonio Conte quest’oggi a margine dell’incontro avuto a Milano con gli allenatori delle squadre di serie A del nostro campionato. Un messaggio che aveva parecchi indirizzari, non ultima la Fiorentina. Infatti fra i giocatori che trovano spesso spazio come titolari nell’Italia di Conte e che invece sono riserve nel proprio club c’è anche Manuel Pasqual. L’ex allenatore tre volte scudettato con la Juventus non ha fatto nomi e cognomi ma è ovvio che Montella si sia sentito chiamato in causa visto che da inizio stagione sulla fascia sinistra, sia nel 4-3-3 di inizio stagione, che nell’ultimo mese nel 3-5-2, il tecnico gigliato ha sempre preferito Alonso al capitano gigliato, quest’ultimo fra l’altro anche infortunato dal 16 novembre scorso. Pasqual che è anche in scadenza di contratto con il club viola a giugno prossimo e che dunque a gennaio, qualora non ricevesse segnali positivi dalla società per il prolungamento e dal suo allenatore, Montella, potrebbe anche valutare alcune offerte giuntegli fin dalla chiusura della scorsa sessione estiva di mercato, anche per non perdere il posto in Nazionale azzurra in vista del prossimo Europeo di Francia 2016 a cui l’Italia si deve ancora qualificare.