Commenta per primo

Lo scorso week-end doveva essere decisivo in casa Fiorentina per l'arrivo, a basso costo, di due elementi. Il primo sarebbe arrivato a 'zero euro', visto che è svincolato, e si trattava dell'australiano Mark Bresciano, cui il Palermo non ha rinnovato il contratto in scadenza fra due giorni. Il secondo è belga, di origine maliana: Moussa Dembelé. Esterno d'attacco in forza all'Az Alkmaar, il classe 1987 piace da diversi anni a Pantaleo Corvino: con la Nazionale olimpica belga due anni fa, grazie anche ad una sua doppietta, eliminò gli azzurri di Pierluigi Casiraghi. La situazione contrattuale di Dembelé è chiara: ha il contratto in scadenza giugno 2011 ma ha già fatto sapere di non voler rinnovare il contratto, e dunque l'Az Alkmaar lo deve vendere per non perderlo fra un anno senza guadagnarci.

La Fiorentina cerca esterni offensivi per il 4-3-3 di Sinisa Mihajlovic e il costo del cartellino, circa 6 milioni di euro, una volta che la società avrà fatto cassa con una cessione, sarebbe più che accessibile. Tuttavia Dembelé dopo essere tornato dalle vacanze la scorsa settimana non ha ancora comunicato la propria decisione circa la squadra da scegliere per la prossima stagione. Il procuratore in Italia dell'ex Willem II, Lionello Manfredonia, ha già fatto sapere che la Fiorentina ha fatto tutto il possibile per acquistare il giocatore, che però nelle ultime ore sembra aspettare offerte dall'Inghilterra. Pantaleo Corvino ai suoi stretti collaboratori avrebbe fatto sapere che attenderà una risposta del giocatore entro le prossime 48 ore, o darà la trattativa per persa.

'Sulle qualità del giocatore non ci sono dubbi, tanto che ne chiesi notizie quando ero direttore sportivo alla Fiorentina nell'ultimo periodo della vecchia società - ha raccontato a Calciomercato.com Giovanni Galli -. Ha fisico e potenza nel tiro, mentre sono scettico sia sulla sua collocazione tattica che sulla vena realizzativa che avrebbe in Italia'. Un altro parere illustre lo dà in esclusiva il portiere di quella Nazionale olimpica italiana che subì una doppietta da Dembelé durante l'Olimpiade di Pechino. 'Quella sera di quasi due anni fa frantumò in due la nostra difesa - ha spiegato il portiere del Bologna Emiliano Viviano - Da tifoso viola lo vedrei benissimo nella Fiorentina, soprattutto perchè ha una forza fisica devastante. Per me non avrebbe problemi ad ambientarsi nel calcio italiano'.