2
Beppe Iachini, tecnico della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa dopo la vittoria contro l’Udinese:

CASTROVILLI - “Da Gaetano volevo più gol e incisività, ci abbiamo lavorato tanto e stiamo raccogliendo i frutti. Ha le qualità per essere determinante da lui mi aspetto molto”

SQUADRA - “Vogliamo dedicare questa vittoria al presidente, ci tenevamo a fargli un bel regalo. Devo fare i complimenti alla squadra per la disponibilità che mi hanno dato. Callejon sta lavorando, è arrivato per ultimo, l’ho impiegato in un ruolo che a Madrid aveva fatto. Lui ha grandi margini di crescita, e arriverà alla sua migliore condizione. Quarta è entrato con la partita e la testa giusta, anche lui sta lavorando bene”.
PEZZELLA - “Mi auguro che la condizione di Pezzella non sia grave e potremo recuperarlo. L’inizio di stagione non è stato facile anche per le tante assenze, basta pensare anche a Ribery, Borja e lo stesso Callejon che non è ancora al massimo. Vogliamo lavorare sul campo, per ritagliarci il giusto spazio nella classifica”.

PAURA - “I ragazzi erano tesi, ci tenevano a fare bene e vincere. In una stagione, alle volte, serve uscire da alcune situazioni difficili con il cuore. La squadra va in gol, ma dobbiamo essere più attenti in fase difensiva, che era la nostra forza fino a due mesi fa. Sul 2-1 ho visto i ragazzi tesi, li ho spronati per riportare la partita sui binari giusti. Peccato per il gol finale che abbiamo concesso”.

DIFESA- “In difesa stiamo cambiando tanto, anche in seguito a tante assenze, sia per infortunio che per le nazionali. Non c’è stata una vera e propria preparazione, e ora solo il lavoro ci darà i giusti meccanismi”.