Commenta per primo
Dopo la vittoria per 2-1 contro l'Atalanta in Coppa Italia, l'allenatore della Fiorentina Beppe Iachini ha così parlato in conferenza stampa: "Mi aspettavo questa Fiorentina, avevamo lavorato su certi concetti con un giorno in meno di recupero rispetto agli avversari. Abbiamo preparato la gara in due giorni e avevo chiesto di aggredire alto e giocare con tranquillità. Siamo partiti forte, abbiamo creato occasioni e sbloccata. Dovevamo segnare il secondo gol ma non abbiamo mai mollato. Questa è la mentalità che voglio. Anche in dieci abbiamo avuto delle opportunità per andare in vantaggio e i ragazzi sono stati molto bravi. Sto lavorando sulla mentalità e su comportamenti che ci permettano di crederci fino in fondo con una grande intensità. Voglio vedere quello che ho visto oggi soprattutto nel primo tempo. La mia Fiorentina è quella che fa tre gol e non ne prende: a me dà fastidio subirli. Stiamo lavorando su questo con i ragazzi, che stanno recependo molti concetti anche se facciamo qualche sbavatura".

TERRACCIANO - "Un professionista esemplare su cui si può sempre contare".

COPPA ITALIA - "Ora c’è un altro appuntamento nel nostro percorso di crescita. A Milano ce la andremo a giocare, ma aver superato un avversario così come l’Atalanta con grandi numeri è motivo di soddisfazione e dobbiamo capire di non aver fatto ancora niente. Lavoro da quindici giorni con i ragazzi, con il tempo arriverà anche l’intensità atletica: per adesso dobbiamo mettere mattoncini per una crescita costante".

SINGOLI - "Difesa a quattro? Ci stiamo lavorando, ad oggi Lirola e Dalbert sono esterni da centrocampo a tre. Cutrone? Da lui mi aspetto intensità per 95 minuti ma ancora ci vuole tempo. Abbiamo anche lì un margine di miglioramento. Ribery? Io penso ad affrontare il Napoli, sono solo concentrato sulla prossima di campionato. Pezzella? Non mi lamento mai degli arbitri, forse l’espulsione è stata esagerata perché lui stesso ha detto subito che non fosse rigore. Mi aspettavo equità nei giudizi, perché anche Caldara ha commesso un fallo a centrocampo da già ammonito".