5
Dopo aver piazzato il colpo Nico Gonzalez, il più costoso della quasi centenaria storia viola, la Fiorentina ha deciso di consegnare a Mister Vincenzo Italiano una rosa molto nutrita, per permettere al nuovo tecnico di fare le proprie valutazioni in quel di Moena, durante il ritiro. Ritiro che, comunque, non vedrà la partecipazione dei sei giocatori impegnati in estate con le rispettive Nazionali. E così il mercato in entrata ha subìto una fisiologica frenata, mentre si cerca di capire quali possano essere gli scenari in uscita. In particolare, una parola sembra accomunare i quattro giocatori al momento più chiacchierati: “attesa”.

FOR SALE – Nikola Milenkovic è stato chiaro fin da subito: vuole fare un’esperienza nuova, non rinnoverà il contratto in scadenza. O almeno, non lo farà se nel frattempo arriverà un’offerta soddisfacente per la Fiorentina, che ha perso l’attimo per incassare cifre enormi ma che conta comunque di far fruttare la cessione del serbo circa 25/30 milioni. Il problema è che, per adesso, solo dall’Inghilterra hanno provato a fare timidamente capolino, con una proposta di 18 milioni. Niente di concreto da parte della Juventus, e allora l’estate del giovane difensore serbo rischia di essere lunga e complicata in attesa di ulteriori sviluppi sul fronte offerte.

FACCIA A FACCIA – Il capitano German Pezzella, così come gli altri argentini Quarta e Gonzalez, sarà impegnato fino a domenica con la maglia dell’Argentina, finalista di Copa America. Poi sarà la volta di un periodo di vacanza, prima di fare ritorno a Firenze e avere un colloquio fondamentale con Italiano, che gli rivelerà i suoi piani. Se per il numero 20 fosse possibile ritagliare un ruolo di spessore, allora la permanenza non sarebbe da escludere, ma la sensazione è che alla linea verde promossa con i tagli di Ribery, Borja Valero e Caceres verrà data una certa continuità. Quindi, per Pezzella, l’attesa è quella di poter confrontarsi con la nuova guida tecnica.
POL FAVOR – Pol Lirola non ha mai nascosto la sua voglia di continuare a giocare in Francia per l’Olympique Marsiglia, che però non ne ha voluto sapere di versare i 12 milioni pattuiti a gennaio per il riscatto. I transalpini stanno provando a intavolare la trattativa su nuove basi, ma a quanto pare, per ora, solo col giocatore e con il suo entourage: secondo quanto ci risulta, i contatti tra OM e Fiorentina sono fermi da più di due settimane. Il terzino spagnolo è dunque in trepidante attesa di una telefonata tra i due dirigenti, Longoria e Pradè. Poi potrà riabbracciare i compagni con cui ha condiviso gli ultimi sei mesi.

CINQUE CERCHI – Quelli che onorerà Christian Kouamé sotto la bandiera della Costa d’Avorio. L’attaccante ex Genoa non ha mai rispettato le attese da quando è arrivato, infortunato, a Firenze nel mercato invernale all'inizio del 2020. Per lui, prima del crac, era già pronto un futuro al Crystal Palace, e adesso è forte l’interesse dell’Anderlecht, in Belgio, oltre a quello di Torino e Udinese. Discorsi, questi, che andranno ripresi dopo i Giochi Olimpici di Tokyo. In attesa di un ritorno a Firenze che potrebbe trasformarsi in semplice scalo verso una nuova meta.