Commenta per primo

Il brasiliano del Siena Reginaldo, 28 anni ieri, ha ricevuto in diretta gli auguri di Radio Sportiva. 'Sono contento di giocare da anni qui in Italia - ha dichiarato il ragazzo -, vuol dire che c'è qualcuno che mi stima, e ritorno col Siena in serie A sperando di fare bene. Sono qui da 11 anni, sto benissimo in Italia: è una vita che abito qui, ormai mi sento un italo-brasiliano, spero di rimanere il più a lungo possibile. Conte? L'ho già detto, ho lavorato un anno con lui e sono sicuro: è molto preparato, è pronto per una grande come la Juve. Ha sempre detto che il suo sogno era allenarla, ora l'ha realizzato e colgo l'occasione per fargli gli auguri visto che oggi è anche il suo compleanno. Sannino? Il suo lavoro è un po' diverso, stiamo cercando di adattarci a quello che chiede il mister: è un allenatore che ha fatto molta gavetta come molti dei nuovi arrivi. Abbiamo voglia di fare bene in campionato. D'Agostino è un giocatore straordinario, è stato un po' fermo negli ultimi due anni ma ha qualità e ci darà una grossa mano verso la salvezza. Le voci di una mia possibile cessione non mi sono mai giunte: io sono tornato dalle vacanze per dare il contributo per la mia squadra, che è il Siena. I discorsi di mercato li lascio al mio procuratore e alla società: se uscirà qualcosa di concreto me lo diranno e ne discuteremo. Per ora penso solo a dare il massimo per raggiungere l'obiettivo della società e di tutti noi, ovvero la salvezza. Nella Fiorentina sono stato bene, se all'esordio dovessi segnare però non vedo perchè non dovrei esultare con i compagni...'.