Commenta per primo

Claudio Sclosa ha incrociato la propria carriera calcistica a Pisa e Pistoia. 'Sotto la torre pendente ho fatto un'esperienza meravigliosa, ma la Lazio ed il Torino sono state le tappe più importanti della mia carriera - ha dichiarato a Radio Toscana -. Ho dato il via alla grande era biancoceleste fra Calleri e Cragnotti, che poi ha portato allo scudetto. Avevo come compagno di squadra il vice di Prandelli, Gabriele Pin. Quest'ultimo era molto metodico, preparato, mi aspettavo questa sua carriera ai vertici. Credo che sia Pin che Marcolin, vice di Mihajlovic, siano bravissimi ad interpretare il ruolo di vice. Dove c'è un grande allenatore, c'è un grande secondo. Sono stato compagno di squadra di Marcolin ai tempi di Cremona'.

'I miei Fiorentina-Lazio sono state grandi sfide, soprattutto le gare contro Dunga, mio compagno ai tempi di Pisa - ha aggiunto Sclosa parlando della sfida che andrà in scena domani al Franchi -. Mi aspetto una partita già indicativa a Firenze, perché la Lazio ha vinto bene con il Bologna e non meritava di perdere a Genova. Hernanes è un buon giocatore, si sta inserendo bene, ha trovato il posto ideale per esprimere le sue qualità. La Fiorentina, come le altre big, non è partita bene, e paga assenze determinanti. Gamberini, Mutu e Jovetic non sono facili da sostituire, quindi il peso, ricaduto sulle riserve, non viene gestito al meglio. Il Mondiale sta pesando anche sui reduci della competizione in Sudafrica che giocano nella Fiorentina. Un po' di attenzione, visti i modi garbati espressi dalla società viola, andrebbe concessa, perché non vorrei che la società stesse pagando ancora per il fallo di mano di Gilardino a Palermo di due stagioni fa'.