Commenta per primo
Genoa-Fiorentina 0-0
 
Lafont 6,5: un solo grande intervento ma decisivo, quello su Piatek a
 
Laurini 6,5: non spreca mai un pallone pensando sempre a giocarla, anche nelle situazioni più intricate. Pioli lo sacrifica a metà secondo tempo per passare ad uno schema più offensivo.
(dal 21’ st Ceccherini 6: il suo ingresso serve a Pioli per portare la difesa a tre).
 
Pezzella 6,5: trascinatore e punto di riferimento della squadra. Tiene a bada bomber Piatek impedendogli di andare al tiro.
 
Milenkovic 6: decentrato per compensare l’assenza di Vitor Hugo se la cava piuttosto bene dimostrando di poter essere una valida alternativa al centro in caso d'emergenza.
 
Biraghi 5,5: prova un po’ opaca e non senza sbavature per il terzino viola che con il cambio di modulo sale sulla linea dei mediani non modificando però il proprio atteggiamento prudente.
 
Fernandes 5: si dà tanto da fare ma combina poco. Spreca un’imbeccata di Chiesa facendosi murare da Radu da ottima posizione.
(dal 12’ st Benassi 6: mezzora da forza fresca per provare a dare la spinta decisiva all’assalto viola. Peccato i suoi compagni abbiano già profuso lo sforzo maggiore).
 
Norgaard 6: schierato titolare più per necessità che per volontà si gioca bene l’opportunità avuta giocando con ordine e abnegazione.
 
Veretout 6: nel primo tempo bada soprattutto a coprire. Nella ripresa cambia marcia aprendo voragini con i suoi affondi nella difesa del Genoa. Cala come il resto della squadra nel finale.
 
Chiesa 6,5: sguscia via a Criscito ogni volta che vuole e impegna Radu in un paio di occasioni. Il palo che coglie da posizione ottima è più frutto della sua irruenza che della sfortuna. E' comunque il più pericoloso in campo.
 
Simeone 5,5: pronti, via e si mangia subito un gol clamoroso a due metri dalla porta. Lotta e sgomita con i difensori del Genoa aprendo spazi invitanti per i colleghi che arrivano dalle retrovie. Ma non vede mai la porta.
 
Mirallas 6,5: si scambia spesso di posizione con Chiesa, cercando di mandare in confusione la difesa genoana, riuscendoci in diversi frangenti. Lavora ottimamente un paio di palloni interessanti che i compagni non capitalizzano.
(dal 38’ st Pjaca SV: dieci minuti, recupero compreso, sono troppo pochi per lasciare il segno).

All. S. Pioli 6,5: inizia provando a sorprendere fin da subito il Grifone mantenendo i suoi costantemente nella metà campo avversaria. Ma nonostante le molte occasioni da rete la Viola non riesce a sfondare, anche a causa di due legni. Espulso a metà ripresa per proteste, la squadra cala con la sua uscita dal campo.