6
Parma-Fiorentina 1-0

Lafont 6: non sempre dona sicurezza e il Parma non lo impegna in modo assiduo. Deve ringraziare Benassi per il salvataggio sulla linea.

Milenkovic 6: è fortunato quando Gervinho lo ubriaca e il palo lo salva. Domina i palloni alti, prestazione convincente. Colpisce il palo al 33' st da posizione solitaria dal limite decentrato dell'area piccola.

Ceccherini 5,5: deviazione provvidenziale sul tiro strozzato di Gervinho al 9' pt.

Hugo 5: Pezzella non recupera, Montella sceglie il brasiliano. Traballa a più riprese, dapprima 'svenendo' in un contrasto con Ceravolo, poi sbagliando il tempismo di alcuni interventi.

Biraghi 5: ci prova al 15' pt con il destro, il pallone finisce alto sopra la traversa. Spinge poco, il Parma dalla sua parte è una catena di montaggio. Il più deciso quando si tratta di disimpegnare.

Benassi 6: la sua mossa di judo sulla linea vale tantissimo, quando toglie dalla rete il colpo di testa di Kucka.

Gerson 5: riceve la fiducia di Montella e ci mette un'intensità mai vista in questa stagione. Schierato davanti alla difesa, gestisce il pallone e fa molta interdizione, rivelandosi uno dei migliori in campo. Poi quel tocco maledetto sulla punizione di Scozzarella...

Veretout 5: rientra dalla squalifica (accorciata) e disputa una prima frazione in linea con la depressione sportiva che lo accompagna da mesi. Un tiro rasoterra, facile preda di Sepe, e qualche recupero.

Chiesa 5,5: tanta verve e un abbraccio con D'Aversa che ripercorre le estati dell'infanzia, quando con papà Enrico andava in vacanza insieme all'attuale tecnico gialloblù. In avvio di ripresa, il suo tiro-cross viene smanacciato da Sepe sul palo. L'ultimo a mollare.

Mirallas 6: una conclusione debole e rasoterra, qualche sortita in contropiede e alcuni palloni larghi gestiti. Deve arrendersi a un problema fisico)

(dal 28' pt Dabo 5,5: scelta più di copertura per Montella a metà del primo tempo. Il suo ingresso, largo nei quattro di centrocampo, fa perdere equilibrio alla Viola. Un suo guizzo viene neutralizzato da Sepe. Ci mette grinta)

(dal 40' st Vlahovic s.v.: la carta della disperazione)

Simeone 4,5: preferito a Muriel (riscatto in bilico?), la difesa del Parma gli riserva un trattamento fatto di spinte e tacchetti. Colleziona due errori clamorosi in due minuti, nel finale del primo tempo, quando prima a porta vuota si fa fermare da Bastoni, poi non inquadra neanche lo specchio a tu per tu con Sepe.

(dal 29' st Muriel 5,5: Montella lo inserisce per cambiare la vena offensiva e cercare il gol salvezza. Non incide)

All. Montella 4: la Fiorentina non vince dal 2008 a Parma, quando decise una doppietta di Mutu. Quando servirebbe un giocatore vero come il romeno a questa squadra. Non rischia Pezzella, preferisce Simeone a Muriel e prova Gerson davanti alla difesa. Deve fare a meno di Mirallas proprio quando l'Empoli passa in vantaggio con Acquah, inserendo Dabo ma perdendo l'equilibro mostrato fino a quel momento. Adesso la paura è tanta.