14
Fra gli ospiti presenti ieri pomeriggio nella tribuna autorità di Piazza Santa Croce che hanno assistito alla seconda semifinale dell’edizione 2014 del Calcio storico fiorentino anche il direttore tecnico viola Eduardo Macia. Accompagnato anche da uno dei responsabili del settore giovali gigliato, Maurizio Niccolini, Macia si è goduto una sfida, quella fra Rossi e Verdi, che purtroppo è stata sospesa poco dopo la mezz’ora di gioco per la mancata uscita dal campo per espulsione di uno dei componenti della squadra che rappresenta il quartiere di San Giovanni a Firenze. ‘Il Calcio storico fiorentino è sempre bello ma peccato che la sfida non si sia conclusa e soprattutto che non si sia di fatto giocata per il reciproco ostruzionismo nel gioco delle due squadre’ si è sfogato con i suoi vicini di posto lo stesso Eduardo Macia, già ospite l’anno scorso di una gara della storica manifestazione fiorentina, prima di lasciare Piazza Santa Croce. Interrogato da numerosi tifosi presenti ieri per vedere la sfida di Calcio storico sul futuro di Juan Gulliermo Cuadrado, lo stesso direttore tecnico gigliato è apparso molto possibilista sul riscatto, mentre piu’ scettico nei gesti, piu’ che nelle parole, sulla permanenza fino a fine mercato estivo del colombiano esterno offensivo. Tornando alla giornata di ieri, per pochi istanti è mancato l’incrocio fra Eduardo Macia e l’ex viola Emiliano Viviano, anche quest’ultimo presente ieri in piazza Santa Croce mentre per la prima semifinale Azzurri – Bianchi si era visto a Firenze anche Luca Toni.