66
Vincenzo Montella, tecnico della Fiorentina, ha parlato a Sky Sport per commentare la sconfitta contro il Parma e il rischio retrocessione della Viola: "Tutti gli episodi sono negativi, va tutto male. Della partita c'è poco da commentare: gol davanti la porta falliti, tanti ultimi passaggi sbagliati e salvataggi dei compagni sulla linea di porta. C'è poca tranquillità, è l'unica spiegazione che riesco a darmi. Sembra una stagione maledetta, che dobbiamo finire in Serie A. Il gol che manca? Fino a ieri siamo la terza squadra per pericolosità, cosa si può dire ai ragazzi".

Cosa non ti è piaciuto della gestione degli arbitri?
"Non ho perso per colpa dell'arbitro, ma oggi non ho capito il suo metro di giudizio. O meglio, forse l'ho capita e non mi è piaciuta la sua direzione. Ho perso la testa nel finale. Ora inizio a fare i nomi degli arbitri quando sbagliano. Credo che ci fosse anche un rigore su Chiesa, così mi ha detto il ragazzo".

Saranno giorni caldi a Firenze, come vi preparerete per la gara decisiva col Genoa?
"Sicuramente non dovremo consumare energie, sarebbe un errore. Non dobbiamo fare del vittimismo e pensare che sia tutto da buttare. Serve unirci o riunirci tutti e giocare senza paura".

Perché Muriel in panchina?
"Mi aspettavo un Parma chiuso nel primo tempo. Così pensavo di utilizzarlo nella ripresa quando le maglie si sarebbero allargate. Siamo a inizio campionato, i giocatori non hanno la lucidità e vivacità per 95 minuti".