6
Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa prima della gara contro la Roma: 



Clima di squadra? “La squadra ha dato risposte importanti sotto tanti punti di vista, contro un grande avversario. Ci sono stati tanti segnali positivi.”
Chiesa? “Ha preso una botta nei primissimi minuti del primo tempo, aveva un grande ematoma sul collo del piede. La sostituzione l’ho scelta io, non mi ha chiesto il cambio, cosa che ha fatto Castrovilli perché non riusciva a cambiare mai passo. Federico voleva rimanere in campo. Ieri ha fatto una risonanza, non si è allenato con la squadra, lo valuteremo oggi.”
Fischi? “Credo che fossero per me, ormai quello che succede è colpa mia.”
Digiuno di vittorie? “Ci manca per tanti motivi, ma soprattutto per la classifica. Abbiamo bisogno di punti, affrontiamo un avversario di grande livello, ma in questo campionato abbiamo dimostrato che contro le grandi squadre ce la giochiamo alla pari. Per me non è una partita come le altre, Roma ha un pezzo del mio cuore, non ho mai vinto in campionato con i giallorossi, e magari domani potrebbe essere la volta buona.”
Fonseca? “Ha ottime idee, si è calato bene nella mentalità italiana. Gioca un calcio offensivo.”
Florenzi? “Prima di parlare di mercato voglio mangiare il panettone.”
Panchina salva? “Non lo so, so che sono un capro espiatorio di questa situazione e questa cosa mi gasa, mi fa rendere di più.”
Squadra? “Al completo siamo competitivi, abbiamo delle lacune e dei difetti, ma abbiamo valore. Credo che si sia alzato il patrimonio individuale dei ragazzi, dobbiamo lavorare per migliorarci.”
Badelj? “Da qualche settimana non sta bene, ma ha sempre dato la massima disponibilità. Si è allenato in questi giorni, lo sto valutando, così come l’eventuale cambio con Benassi.”
Boateng? “Ha le caratteristiche del giocatore di presenza, non attacca da centravanti, ma ci può dare una mano e aiutarci.”
Pedro? "Ha grande qualità, ma deve abituarsi al calcio italiano e alla velocità. Vede molto i compagni e la porta, però ancora per la Serie A ha bisogno di tempo per adattarsi."
Kalinic? "Non faccio il mercato, ma che sia un giocatore di qualità non si discute. Non si è lasciato bene con Firenze, e qui i ritorni non sono sempre ben accettati."