Commenta per primo
German Pezzella, difensore e capitano della Fiorentina, parla al sito ufficiale della Viola, parlando del suo momento e del suo inizio di stagione: "Ho passato un periodo un po' più difficile, un po' duro, ma piano piano sto rientrando in campo, tornando agli allenamenti normali e ritrovando le buone sensazioni. Noi calciatori siamo abituati a giocare le partite con il dolore. Finché non mi dicono basta e sono costretto a fermarmi ci sono. C'è bisogno di fare uno sforzo soprattutto perché quando si passano momenti difficili bisogna anche mandare un messaggio ai compagni e a tutto l'ambiente, che siamo qui per fare il massimo e dare il meglio. Io sono fatto così: finché posso camminare o correre provo in tutti i modi a giocare. Il percorso di un calciatore è così, ci sono i momenti in cui uno deve stare più tranquillo e fermarsi un po' per ripartire al 100%". 

PRANDELLI - "Il mister ha portato tanto entusiasmo, conosce molto bene la città, il club e quello che i tifosi viola vogliono dalla squadra. Prova a trasmettere negli allenamenti e in ogni momento disponibile questo e tutto quello che vuole mettere in campo. I tempi sono stretti, la stagione è in corso ed è arrivato nel periodo di sosta delle Nazionali". 
IACHINI - "Il gruppo l'ha sentito come una sconfitta perché significa che è mancato qualcosa nei risultati e nelle prestazioni. Dobbiamo essere responsabili di quello che abbiamo fatto male. L'impegno e lo sforzo non sono mai mancati, ma dopo nelle partite non siamo riusciti a trasmettere tutto quello che proviamo negli allenamenti e che ha questo gruppo. Sicuramente ora con la voglia e l'entusiasmo che ci trasmette il mister proveremo ad uscire al meglio"