41
Piena tempesta in casa Fiorentina, ma per ora nessun cambio: scuro in volto, il presidente Rocco Commisso ha lasciato le tribune dello stadio Olimpico di Torino con molti pensieri in testa, dopo essersi fermato al termine della partita persa 2-1 per fare qualche foto con i tifosi, ai quali ha detto: "Scusate, ragazzi", per un risultato che lascia i viola nella seconda metà della classifica. Il patron viola è apparso molto arrabbiato per il risultato. 

PRADE' CONFERMA MONTELLA - A Commisso è stato chiesto un commento a caldo sulla posizione di Montella, ma il presidente ha preferito non rispondere, alzando gli occhi al cielo, scuotendo le spalle e allontanandosi verso gli spogliatoi: u un’altra sconfitta, la quarta di fila, ma soprattutto una prova inaccettabile davanti agli occhi del presidente. Questa volta l'allenatore napoletano sembrava rischiare sul serio, ma il ds Pradè lo ha confermato per le partite contro Inter e Roma: "Vedremo cosa succederà in queste due partite, ma contro Inter e Roma sarà in panchina. La fiducia che gli ha ribadito il presidente è massimale, vediamo in queste due gare". 


LE PAROLE DI COMMISSO - Il presidente della Fiorentina alla fine ha deciso di parlare nel post gara: "Abbiamo giocato bene negli ultimi venti mintui, ma non nel primo tempo. Fiducia massima a Montella? Massima fiducia è una parola grossa. Guardiamo giorno per giorno. Parlerò alla squadra quando torneremo a Firenze. Sono arrabbiato con tutti, anche con me stesso. Abbiamo giocato un bruttissimo primo tempo. Mancano tante partite alla fine del campionato. Dobbiamo cercare di fare più punti nella seconda parte della stagione. L'obiettivo non è arrivare in Champions, ma fare meglio dell'anno scorso. Mercato? Dobbiamo parlare tutti insieme e vedere come poter aiutare la squadra".