1
Come riportato dall'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio a parte il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, nessuno in società era intenzionato a confermare Beppe Iachini. Sia Pradè che Barone avevano stilato un dossier di possibili futuri allenatori viola con in cima alla lista Ivan Juric. Dopo la vittoria contro il Bologna del 29 luglio, però, Commisso decise la conferma di Iachini. Nessuno tra i dirigenti aveva avuto la forza per ribattere la decisione del patron. Il direttore sportivo viola Pradè per un attimo aveva pensato addirittura alle dimissioni. Molti giocatori, dopo la conferma di Iachini, avevano anche chiesto di andarsene.