5
A pochi minuti dalla sfida contro il Genoa, il ds della Fiorentina, Daniele Pradè, ha parlato a Sky: "Non mi aspettavo una situazione così, ma dobbiamo essere bravi a uscirne. Il pubblico ci manca fortemente, a volte i fischi di svegliano. Alibi? Non ci sono mai stati, quello di Cutrone è un falso problema. Il calciatore deve fare altre 16 presenze per l'obbligo di riscatto, ma non c'è mai stato problema. Qualsiasi allenatore ha carta bianca, se il giocatore fa bene ha valore assoluto, sia nel caso di riconferma che di ricollocamento. Cesare (Prandelli, ndr) è la persona giusta, puntiamo su di lui e sul suo attaccamento. A inizio anno pensavamo di aver costruito una squadra fortemente competitiva, se vai a guardare i nostri calciatori individualmente, abbiamo 14 nazionali. Poi però devi formare la squadra ed è ciò che ci manca. Spero sia una questione di tempo e pazienza. Colpevoli? Io e la squadra".