18

Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa dopo la sconfitta contro l’Inter:

AMAREZZA- “C’è sia amarezza che orgoglio. L’amarezza è perché ad un minuto dalla fine del secondo tempo supplementare eravamo in pari. C’è da chiedersi perché Lukaku è da solo in area di rigore, chiaramente era successo qualcosa prima, e l’arbitro sarebbe dovuto andare a rivedere l’episodio. Non faccio polemiche con l’arbitro, ma a trenta secondi dalla fine serviva un po’ più di tatto”

FIORENTINA- “Le ultime prestazioni sono state buone, dobbiamo continuare a lavorare così e uscire fuori dalla nostra situazione. Abbiamo idee giuste e intensità giusta, voglio migliorare i giocatori che ho a disposizione”.

KOUAME- “Christian ha fatto bene, come si allena sempre bene. Se non ci sono i trequartisti si possono proporre le due punte, altrimenti è difficile farli convivere. Oggi abbiamo rischiato qualcosa, e il risultato è stato buono, ma soprattutto perché avevamo 3 centrocampisti”.

PRESIDENTE- “Mi ha confermato le sensazioni che avevo. Il presidente è entrato nel mondo del calcio portando valori importanti a livello umano. Ha grandi capacità comunicative, ed ha dato valori a tutti. Mi auguri che riesca a farsi apprezzare”.

CASTROVILLI- “Cresciuto, nel primo tempo si abbassava troppo, poi è salito ed ha dimostrato le sue qualità. Secondo me può migliorare ancora”.

AMRABAT- “Non è un regista, ma ha sempre confermato la sua qualità. Cerchiamo di manovrare velocemente e lui ci aiuta”.

RIBERY- “Non so se ci sarà a Napoli, oggi si è allenato molto bene”.