1
Un nuovo inizio, finalmente, anche per la Fiorentina, che come precedentemente fatto da altri club di Serie A, ha riaperto i battenti del proprio centro sportivo per abbracciare i propri calciatori. Dopo l’accurato protocollo medico pubblicato pochi giorni fa, e la batosta dei tre nuovi positivi al Coronavirus presenti in rosa, la società viola ha provato a mettersi alle spalle questi difficili mesi, e fin dalle prime ore del mattino, i giocatori hanno raggiunto il campo di allenamento, svolto esami medici, test fisici e si sono potuti allenare, anche se singolarmente, sul campo.

GIORNATA- Il primo a raggiungere il centro sportivo viola è stato Erik Pulgar, che poi è stato seguito in ordine dai compagni Terzic, Pezzella, Benassi, Castrovilli e Badelj. Dal pomeriggio, poi, è arrivata la seconda mandata di calciatori composta da Chiesa, Dalbert, Duncan, Vlahovic ed Igor. Tutti i giocatori sono arrivati con mezzi propri, svolgendo prima una parte di test medici e fisici, poi una corsa sul campo, che in questo momento è l’unico allenamento possibile, per poi lasciare il centro sportivo e fare la doccia a casa. Secondo quanto raccolto da Calciomercato.com, i risultati dei test sono stati negativi, con tutti i giocatori che hanno seguito la tabella degli allenamenti anche durante la fase di isolamento. Domani è atteso il secondo gruppo di giocatori.
RITORNI- Oltre ai giocatori, al centro sportivo si sono visti alcuni dirigenti viola, come Joe Barone, dg della Fiorentina, che ha rilasciato anche delle dichiarazioni, Daniele Pradè, direttore sportivo, e il responsabile del settore giovanile Angeloni. A dimostrare che la ripresa si avvicina, è tornato a Firenze anche Franck Ribery, che aveva passato la quarantena a Monaco di Baviera con la famiglia. Il francese, con un volo privato, è tornato nel capoluogo toscano per sottoporsi a test sierologico e tampone. Nel caso in cui gli esami avranno l’esito auspicato, anche il numero 7 potrà tornare ad allenarsi come i compagni. Anche se è solo l’inizio della ripresa, si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel in casa viola.