1
Questo pomeriggio l’ex attaccante della Fiorentina Christian Riganò, durante un collegamento con Radio Bruno Toscana, ha avuto modo di dire la sua sul parco attaccanti viola: l’ex bomber non ha avuto peli sulla lingua. Queste le sue parole:
 
“Sono convinto che la prossima stagione non basterà il solo Cabral, il livello del prossimo centravanti deve essere alto perché la competizione fa bene in Serie A. Quando siamo tornati in Serie hanno preso in squadra anche Toni, Pazzini e Bojinov, cosa dovevo fare io ammazzarmi? Una grande squadra come la Fiorentina deve avere un parco attaccanti importante, l’obiettivo minimo è puntare ogni anno all’Europa League. Poi se si va oltre ben venga. Non è perché ho un giovane come Cabral la società deve prenderne uno inferiore perché sennò può influire sulle sue prestazioni. Serve uno che fa gol”.
 
E poi ha parlato anche di Pinamonti e degli esterni d'attacco viola: “Quest’anno è esploso a Empoli, riuscendo a fare tanti gol: è un giovane che non aveva mai segnato così tanto. La prossima stagione dovrà confermarsi, lo prenderei ma insieme a un altro attaccante di spesso così da averne tre buoni là davanti. Abbiamo la Conference, la Coppa Italia ed il Campionato, adesso non abbiamo un giocatore alla Batistuta a cui affidarsi. Serve anche maggior cattiveria dagli esterni d’attacco: sono i primi a dover cominciare a segnare di più. Se Italiano vuole continuare col 4-3-3 serve maggior concretezza sulle fasce″.