96
Va in extremis alla Roma il big match della 25esima giornata di campionato contro la Fiorentina. I giallorossi di Paulo Fonseca si impongono in extremis per 2-1 grazie al gol di Diawara nei minuti finali che spariglia le carte dopo i due gol uno nella rete giusta e uno nella propria porta di Spinazzola che stavano portando al gara verso un pareggio finale. 

Il primo tempo è in realtà avido di emozioni perché le due squadre si temono e, soprattutto, faticano a portare palloni giocabili versi i rispettivi centravanti e così sono solo due tiri dalla distanza di Vlahovic e Pellegrini a rendere divertenti i primi 45 minuti in cui di fato l'emozione più grande è il momento, al 13esimo minuto, in cui viene ricordato lo scomparso Davide Astori.

La ripresa però cambia e subito è Spinazzola a spezzare il precario equilibrio. Mancini dalle retrovie pesca il taglio profondo del terzino che di prima calcia e batta un colpevole Dragowski sul suo palo. Prandelli chiede una reazione ai suoi, ma perde, dopo Igor uscito nel primo tempo, anche Castrovilli al cui posto entra Kokorin. Il cambio sortisce un insperato effetto e al 60esimo la viola trova in contropiede il gol del pari quando proprio Spinazzola manda nella propria porta un cross dalla sinistra di Briaghi.

La Fiorentina inizia a crederci, trova due volte i guantoni di Pau Lopez a negare il gol a Vlahovic e poi vede Ribery mandare a lato un'ottima occasione. E allora, quando la gara sembrava destinata al pareggio finale il lampo di Diawara, pescato a centroarea dal cross di Karsdorp, regala a Fonseca i 3 punti che riscattano il ko con il Milan e mantengono la Roma a -2 da Atalanta e Juventus al quinto posto in classifica. Per Prandelli, invece, un altro ko, il quarto nelle ultime 5 gare, che conferma il momento incredibilmente negativo dei viola precipitati a solo +5 sulla zona retrocessione.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER L'APPROFONDIMENTO DI 100ESIMO MINUTO DI ALBERTO POLVEROSI