14
Il pareggio subito in rimonta dalla Fiorentina contro lo Spezia nel corso del pomeriggio di oggi ha lasciato il segno in casa viola e sta iniziando a mettere in dubbio la solidità della scelta di confermare come allenatore per questa stagione Beppe Iachini.

L'ACCUSA DI PRADE' - Lo stesso direttore sportivo Daniele Pradé al termine della gara ha infatti ribadito che non si aspettava di essere così indietro in questo momento della stagione e ha confermato che anche il patron Commisso non è contento del rendimento: "​La proprietà è dispiaciuta dopo il pareggio di oggi. Commisso è rammaricato per per i tifosi, lo siamo tutti, ma ciò ci deve far ripartire, non dobbiamo mollare. ​Non mi aspettavo di avere un avvio di stagione del genere, siamo indietro e adesso dobbiamo metterci sotto il più possibile per venire fuori il prima possibile da questo brutto momento".

I TIFOSI VOGLIONO L'ESONERO - Proprio quei tifosi citati da Pradé stanno però iniziano a spingere verso un'unica importante decisione, ovvero l'esonero di Iachini. Una rottura forse nata dalla scelta di dare a Chiesa la fascia di capitano il giorno prima della cessione, ma anche dal fatto che l'allenatore è ritenuto troppo intransigente sulle idee tattiche che non fanno rendere al meglio la rosa a disposizione. Le voci sulla disponibilità di Maurizio Sarri a rescindere il contratto con la Juventus per arrivare a Firenze incendiano una situazione già fin troppo calda, per ora la panchina di Iachini regge, ma per quanto?