Commenta per primo

"In tempi non sospetti ho sempre sostenuto come sia l'accoppiata Paratici-Marotta che quella formata da Pradè e Macia, fossero le migliori coppie a livello di operatori di mercato nazionale con grandissima capacità di incidenza pure su quello internazionale. Non è un caso che in una situazione di stallo a livello operativo Fiorentina e Juventus siano le autentiche regine delle trattative. L'operazione Mario Gomez è una stella al merito del club viola che però si affida a due autentici professionisti. La proprietà guidata dalla famiglia Della Valle hanno dato un grande segnale con l'arrivo del centravanti tedesco, con tutto il calcio italiano che dovrebbe rendere merito ad una società che rilancia così anche tutto il movimento calcistico italiano".

Il ds del Siena Stefano Antonelli attraverso Calciomercato.com fa i complimenti a Juventus e Fiorentina per questo inizio con il botto in termini di arrivi per le rose a disposizione di Antonio Conte e Vincenzo Montella. "Emeghara? Mi auguro che ci siano i presupposti per parlare eventualmente di una sua cessione senza che vi siano sciacalli che non aspettano altre che cattive notizie sul futuro societario del Siena. Pradè? E'un ds che è sempre stato suggestionato da giocatori talentuosi e non mi stupirebbe se ci fosse un potenziale interessamento del club viola, che al momento non è avvenuto. I rapporti fra le due società, nonostante il potenziale economico diverso e gli obiettivi differenti, sono eccellenti. Non è in certi casi che entra la rivalità territoriale, anzi credo che alla Fiorentina possa far comodo aver il dialogo con un club con cui ha già aperto vari fronti sul mercato nel recente passato. Giocatori in prestito dalla rosa gigliata? Magari....ne hanno tanti e bravissimi, ma occorre un passo per volta perchè la situazione iscrizione non è ancora definita. Per questo motivo però ci tengo a ringraziare i giocatori che sono attualmente sotto contratto che stanno dimostrando un senso di responsabilità, con abbassamento di ingaggi e collaborazione sul fronte delle possibili cessioni, che è encomiabile".