Commenta per primo
Impegnato nel corso Master di seconda categoria a Coverciano, Paolo Di Canio, intervistato da Radio Toscana, ha fatto un punto sul momento della Fiorentina, incerto sia sul mercato che sulla futura guida tecnica: 'Pepe ultimamente è diventato un giocatore determinante, avvicinandosi alla porta, in appoggio a Di Natale - ha spiegato l'ex laziale -. Ha qualità, sa saltare l'uomo, mentalità ed ottima resistenza fisica. Per me è uno da otto-dieci gol l'anno, e sarebbe un ottimo acquisto per la squadra gigliata. Probabilmente non è elemento da squadra top'. 'Prandelli in Nazionale? Lo vedo uno che fa giocare bene la squadra, lavorando sul campo e prestando attenzione ai giovani. Secondo me non è un selezionatore, anche se l'ipotesi di vederlo sulla panchina azzurra resta affascinante'.