Commenta per primo
E’un momento no per il centrocampista numero 10 della Fiorentina Alberto Aquilani sostituito ieri sera dopo 45’ nel corso della sfida contro il Milan e già protagonista non in positivo, in quel caso da subentrato, della gara di giovedì scorso contro la Roma valida per l’andata degli ottavi di finale di Europa League. L’ex prodotto del settore giovanile della formazione giallorossa si trascina da oltre tre mesi una tendinopatia rotulea che gli crea costantemente fastidi sia in allenamento che in partita e pur cercando di alleviare le sofferenze con fisioterapia e calzature particolari, le difficoltà dello stesso Aquilani sono evidenti. Contro i rossoneri di Pippo Inzaghi sono stati innumerevoli le palle perse dall’ex anche di Juventus e Liverpool, con cambio resosi inevitabile all’intervallo, e dubbi su un suo possibile utilizzo fra due giorni all’Olimpico per la sfida di ritorno di Europa League contro la Roma. Un danno grave per la Fiorentina questo periodo di Aquilani anche perché Montella deve rinunciare anche a David Pizarro, quest’ultimo unico vero regista della rosa gigliata, alle prese con una lesione alla coscia destra che lo mette in forte dubbio per una convocazione alle prossime partite. Da ricordare inoltre che Aquilani ha il proprio contratto in scadenza con la Fiorentina a giugno prossimo e che la trattativa per il suo rinnovo è ancora in stand-by.