Commenta per primo
La sosta ha lasciato in sospeso dubbi e perplessità sul cammino della Fiorentina, su questo campionato che gli stessi viola  - si legge sul Corriere Fiorentino - definiscono “di transizione” e sul processo di crescita di una squadra apparsa ancora immatura per puntare in alto. Domenica contro l’Udinese il pronostico è dalla parte di Stefano Pioli, che però avrà la squadra al completo solo giovedì per correggere gli errori di Verona. Per restare aggrappata agli ultimi posti europei la Fiorentina avrà l’obbligo di battere le piccole, ed ecco perché il poker di ottobre (Udinese, Benevento, Torino, Crotone) potrebbe diventare decisivo per le sorti viola.