35
La Fiorentina sta iniziando a costruire la nuova squadra, che stando a quanto detto da Commisso, dovrà essere più competitiva di quella vista in questa stagione. Sicuramente i viola dovranno rinforzare tutti i reparti con giocatori di buon livello, ma c’è soprattutto una zona dove serve maggiormente un intervento deciso, ed è l’attacco. Le punte viola, in questa stagione, non sono riuscite ad incidere come sperato dalla società, anche vista la giovane età, e per la prossima stagione servirà un giocatore capace di assicurare gol in doppia cifra. I nomi che circolano in orbita viola sono tanti, anche se il cerchio sembra essersi restrinto a tre candidature forti.

BELOTTI- Il Gallo è sicuramente il nome più affascinante, ma anche il più costoso. Piace da tempo alla Fiorentina, che durante l’ultima sessione di mercato hanno provato a prelevarlo con una ricca offerta, respinta però da Cairo. Il presidente del Torino vorrebbe trattenere Belotti a tutti i costi, anche se in caso di cessione di Chiesa, la Fiorentina potrebbe presentarsi con un tesoretto importante per provare a convincere la società granata a lasciar partire il bomber. Belotti assicura gol, e il ruolo importante con la maglia della nazionale è un biglietto da visita importante per Commisso.
MANDZUKIC- Altra pista da tenere sott’occhio è quella che porta a Mario Mandzukic, anche se molto tortuosa. Il gigante croato ha un appeal internazionale di primo livello, e i club che vorrebbero tesserarlo a parametro zero, dopo lo svincolo con l’Al Duhail sono molti. Nonostante non ci sia il costo del cartellino, l’ex Juve ha comunque un ingaggio importante, con la Fiorentina che dovrebbe provare una strategia come quella attuata per Ribery la scorsa estate. Proprio il numero 7, inoltre, potrebbe rivelarsi una chiave per l’arrivo in viola di Mandzukic, visto che i due si conoscono bene, e Ribery sta promuovendo il progetto viola all’amico. Probabilmente il croato è anche il preferito di Commisso, con il presidente che potrebbe sbilanciarsi e provare a convincerlo personalmente.

PIATEK- Ultimo, ma non per importanza, è Krzysztof Piątek. L’attaccante ex Milan, ora in forza all’Herta Berlino ha due grandi vantaggi dalla sua parte, è il più economico, sia per cartellino che per ingaggio, ed è in assoluto il preferito di Iachini, che vorrebbe ricomporre la coppia con Kouamè, che fece scintille nel Genoa. Il ragazzo, dopo due fallimenti, sia nel Milan che in Germania, ha voglia di tornare in Italia e far ricredere gli scettici a suon di gol, e una piazza come quella di Firenze potrebbe essere l’ideale. Forse dei tre è il nome meno entusiasmante a primo impatto, ma anche l’operazione che potrebbe essere migliore sul lungo periodo.