2

Presentando Fioentina-Juve, Montella aveva ha citato fra gli indisponibili sia Josip Ilicic sia Ante Rebic, strigliando il croato: "Ha preferito giocare con la sua nazionale (quella croata ndr.), piuttosto che allenarsi con noi". Non certo una carezza nei confronti dell'ex Rnk Spalato, al quale proprio l'allenatore gigliato, nello scorso mercato estivo, avrebbe preferito un vice Pizarro.

Bakic, Vecino e Wolski infatti, per Montella, non sono tatticamente dei sostituti del cileno, ma la politica del club è valorizzare i giovani in quella zona del campo e dunque anche nella prossima sessione invernale di mercato non sono previsti investimenti per l'acquisto di un costruttore di gioco, con Ambrosini, all'occorrenza, identificato come primo sostituto di Pizarro, quando quest'ultimo dovesse saltare qualche partita fra campionato e coppe. 

Tornando a Rebic, la società viola, con un report medico, era stata molto chiara sulla situazione fisica del numero 9: tre settimane di stop per l'infortunio patito durante la gara contro il Parma, dove il giovane attaccante croato era subentrato nei minuti finali del primo tempo all'infortunato Giuseppe Rossi. Dunque, la doppia convocazione che l'atleta aveva ricevuto con nazionale maggiore e Under 21 del proprio Paese, avrebbe dovuto portare lo stesso Rebic a essere visitato dallo staff medico croato e poi a tornare a Firenze. Invece l'attaccante nato calcisticamente nel Vinjani ha disputato una partita con la prima squadra del settore giovanile nazionale biancorosso, mandando così su tutte le furie la Fiorentina. 

Montella si è accorto che Rebic, il quale non fa parte della lista degli elementi utilizzabili in Europa League, non è il centravanti che gli serve per dar fiato a Mario Gomez, con Giuseppe Rossi che si è adattato già durante il primo periodo di infortunio dell'ex bomber del Bayern Monaco, a sostituire proprio l'acquisto estivo piu' oneroso della società dei Della Valle.

Ecco perchè non a caso i nomi che circolano già a metà autunno sono Toivonen e Djordjevic su tutti.  Il vice Gomez è diventato la priorità per il prossimo gennaio, in attesa che nell'estate 2014 possa tornare nella prima squadra della Fiorentina quel Khouma Babacar che in serie B sta facendo benissimo, e  sta maturando nel ruolo di seconda 'prima punta' che Pantaleo Corvino gli ritagliò già nell'estate 2011.