Commenta per primo

 

Pazza Serie B! Nell'ultima giornata ne abbiamo davvero viste di tutti i colori. Ci sono state le dimissioni a sorpresa di Giuseppe Giannini dalla panchina del Grosseto, subito dopo la vittoria sul Pescara di Zdenek Zeman. E c'è stato, soprattutto, il caso Padova-Torino, che tanto ha fatto (e tanto farà) discutere. Sulla gara interrotta al 30' e 50'' della ripresa sul risultato di 1-0 per i padroni di casa si è espressa per ora la Lega, che ha decretato la ripresa del match (il prossimo 14 dicembre) a partire dal minuto nel quale è stato sospeso sabato scorso. Ma ci sono tutti gli elementi per pensare che la questione non sia affatto conclusa con questa decisione. Mentre Padova ed Enel si rimbalzano la responsabilità, il Toro si sente defraudato, e pensa a fare ricorso.

Sul caso Padova-Torino, Calciomercato.com ha sentito il grande ex granata Claudio Sala.

Sala, cosa ne pensa della decisione di far proseguire Padova-Torino?
"Penso sia la prassi. Poi si aspetterà l'eventuale ricorso e probabilmente verrà presa un'altra decisione. Il tutto mi pare quindi assurdo perché si rischia di far fare ad una squadra 600 Km di viaggio per niente".

Nella sua carriera le è mai capitato qualcosa del genere?
"Per fortuna no. Ho visto comunque che esistono dei precedenti che fanno ben sperare dal punto di vista dei granata. Allo stesso tempo resta il dubbio sull'attribuzione della responsabilità oggettiva qualora il danno sia stato causato in effetti dall'ENEL".

Da ex calciatore ed ex granata, con quale spirito pensa possa scendere in campo la squadra in una situazione del genere?
"Nonostante sia una situazione quasi surreale, penso con la volontà di utilizzare i minuti che rimangono per raggiungere almeno il pari"

Mentre, più in generale, quanto può influire questa vicenda sul cammino del Toro?
"In nessun modo. Il cammino del Toro è buono a prescindere. Non mi pare inoltre che le inseguitrici stiano proprio correndo. Il Toro deve restare tranquillo ricordando che deve fare la sua corsa sulla terza in classifica, non sulla seconda".