Commenta per primo

La Lazio batte la Sampdoria 2-0 e va in semifinale nel 'Tirreno e Sport 2010'. A dispetto del risultato finale, la squadra di mister Bollini ha dovuto faticare per avere la meglio sui blucerchiati, che hanno resistito per 65 minuti agli attacchi biancocelesti. Il primo tempo inizia su ottimi ritmi, con Lazio e Sampdoria che giocano un calcio veloce e divertente. La prima occasione capita dopo appena 60 secondi tra i piedi del laziale Cinque, ma il suo tiro viene parato senza troppi problemi dal portiere doriano Negretti. Un minuto dopo Cinque si libera nuovamente al tiro, ma anche stavolta Negretti è attento e blocca. Al 7' si registra un'altra occasione per la Lazio, ma la conclusione da fuori area di Monteforte termina fuori. La Samp si fa vedere dalle parti di Berardi all'11', quando D'Agostino pennella un calcio di punizione sulla testa del compagno Blondett, con il pallone che termina alto sulla traversa. L'occasione più ghiotta per i blucerchiati avviene al minuto 17: la punta Rossi scarica un gran tiro verso la porta biancoceleste, con il pallone che fa la barba al palo. Senza ulteriori emozioni si va al riposo sul risultato di 0-0.

La ripresa inizia con un monologo doriano: al 46' Leto si trova un pallone d'oro nell'area piccola ma, incredibilmente, colpisce malissimo e tira a lato; due minuti più tardi è D'Agostino a provare la conclusione da fuori area, ma il pallone termina lontano dalla porta biancoceleste, così come il tiro scagliato al 51' dalla  punta Galuppini. La Lazio piano piano inizia a reagire e, dopo alcune occasioni senza fortuna, trova il gol: al 65' Ceccarelli, dalla fascia destra, mette la sfera sulla testa di Barreto che, nell'area piccola, colpisce perfettamente ed insacca alle spalle dell'incolpevole Negretti. La Samp si riversa subito in avanti, ma così facendo lascia troppo spazio agli avversari: al 69', sugli sviluppi di un calcio piazzato della Samp, Cavanda scatta velocissimo in contropiede e serve Ceccarelli che, a tu per tu con Negretti, sigla il raddoppio della Lazio con un preciso piatto sinistro. I blucerchiati non ci stanno e nei venti minuti finali si buttano in avanti, nel disperato tentativo di accorciare le distanze; la Lazio però si difende bene e non concede spazi. La partita termina quindi con la vittoria dei biancocelesti, che passano il turno ed approdano in semifinale. Sconfitta indolore per la Samp, qualificata anch'essa grazie alla differenza reti.