198
Clamoroso disastro Ferrari, nella seconda gara della stagione di Formula 1, sul tracciato del Red Bull Ring in Austria, poi vinta dalla Mercedes di Lewis Hamilton: contatto nelle retrovie tra i piloti rossi Sebastian Vettel e Charles Leclerc dopo la partenza, con danni a entrambe le monoposto. Il tedesco e il monegasco sono entrambi costretti al ritiro. 

SCONTRO AL PRIMO GIRO - Durante il primo giro i due piloti si sono toccati in curva: Vettel partiva decimo, Leclerc addirittura quattordicesimo. I ferraristi ora rischiano anche un'investigazione da parte del commissari di gara: sotto la lente di ingrandimento la manovra avventata di Leclerc nei confronti del compagno. Una situazione incredibile, dopo il contatto di qualche mese fa in Brasile: Vettel è all'ultimo anno di contratto con la Rossa, il monegasco invece è il futuro della scuderia. Ma il presente più che rosso è nero.

LE PAROLE DI VETTEL E LECLERC - Queste le parole del pilota tedesco a Sky: "E' un peccato, non mi aspettavo quella manovra da parte sua. Non doveva fare nulla, avremmo dovuto evitare. La sua manovra? Non c'era spazio". Poi le parole di Leclerc: "Ho chiesto scusa, ho sbagliato. E' tutta colpa mia, mi prendo tutte le responsabilità. Ho buttato via tutto". Poi le parole del team principal Mattia Binotto: "Responsabilità di Charles, ma tra Leclerc e Vettel non c'è nessun problema. Ora ripartiamo. Niente caccia alle streghe ma non è una situazione semplice".