26
Lewis Hamilton su Mercedes conquista il Gran Premio di Russia, sedicesimo atto del Mondiale 2018 di Formula 1 disputato a Sochi. Un altro grande passo per il quinto titolo iridato, assistito dal solito generosissimo Bottas, che chiude secondo. Sul gradino più basso del podio Vettel, coinvolto in una schermaglia con Hamilton all’inizio.

VERSTAPPEN ‘ON FIRE’ - Ottimo stacco di Vettel, che attacca deciso Hamilton ma non ha abbastanza forza per superarlo. In testa rimane saldamente Bottas, mentre Leclerc si prende scatenato la quinta posizione su Magnussen. Calda la partenza della Force India: Perez prova a effettuare il sorpasso, ma Ocon glielo impedisce. Viaggia velocissimo Verstappen, che partito 19esimo già al terzo giro è decimo, staccato di tre secondi dal primo posto. Tangibili problemi attanagliano entrambe le Toro Rosso, costrette al ritiro. Alla sesta tornata Verstappen sorpassa Magnussen e dopo due Leclerc, issandosi quinto. Molti piloti, partiti con le hypersoft, montano gomme gialle per arrivare fino in fondo. Le posizioni dei top 4 non subiscono scossoni. Vettel mette una discreta pressione su Hamilton, staccato tra i due e i 3 secondi.
 
SCINTILLE TRA VETTEL E HAMILTON - Ai box rientrano, nell’ordine, Bottas, Vettel e dunque Hamilton. Un momento fatidico è la sosta di quest’ultimo, visto che nonostante Bottas rallenti moltissimo per dare intralcio, Seb riesce comunque a superare il rivale inglese. Per tutta risposta, Hamilton tenta subito il controsorpasso, Vettel inizialmente resiste con una manovra al limite, indagato per cambio traiettoria dalla commissione. A ogni modo, di pura cattiveria la freccia d’argento numero 44 alla fine passa. Dopo il pit di Raikkonen in testa c’è Verstappen, davanti a Bottas, Hamilton, Vettel e Kimi. Quando siamo al venticinquesimo giro Bottas lascia campo libero a Hamilton per proteggerlo da Vettel. Tenendo ritmi eccellenti, Hamilton recupera.
 
LE DISTANZE SI ALLUNGANO - Vettel si riporta sotto Bottas, senza però superarlo. Nel frattempo Hamilton accusa problemi col blistering: la gara non è ancora finita. In casa Force India c’è combutta: Perez, nono, non riesce mai a superare Magnussen e, dopo varie proteste, Ocon viene lasciato passare. Dopo 43 giri Verstappen ricorre al pit stop, rientrando quinto. Soffia il vento favorevole su Vettel, a un secondo da Bottas, ora secondo dietro Hamilton, che decide di alzare il ritmo. E ogni discorso finisce qui: Lewis taglia per primo il traguardo, ora a +50 su Vettel nella classifica piloti.