18
La pandemia Covid ha sicuramente travolto il mondo intero e anche quello dello sport ne ha sicuramente risentito sia a livello di attività pratica, sia a livello economico con molte società distrutte da debiti e mancanza di liquidtà trovatesi costrette a chiudere o, peggio, riporta il Corriere della Sera, a cadere nella trappola della mafia.

L'allarme lo ha lanciato l'ex ministro Franco Frattini, da poco rieletto alla guida della Sport Integrity Global Alliance (Siga). "Durante la pandemia, i criminali non si fermano. Nella mia attività giudiziaria ho avuto l’esperienza di fronteggiare molti casi di mafia. In soli dodici mesi ho notato un aumento del 20% dei casi di mafia sotto la mia giurisdizione. Questo conferma che Siga è stata in grado di tenere all’erta il resto del mondo. Siga sta dimostrando che è possibile vincere la lotta contro la corruzione, nonostante una pandemia globale. M​molti hanno provato a comprare piccole società di calcio che distrutte dai debiti, dalla mancanza di liquidità, erano obbligate a chiudere, cadendo nella trappola della mafia, nelle mani del crimine organizzato".