Commenta per primo

C'è amarezza nell’ambiente viola per la tegola caduta sulla Fiorentina, colpita, oltre che dall'infortunio di Riccardo Montolivo che sarà operato il prossimo 15 novembre, soprattutto per la rottura del legamento del ginocchio destro di Sebastien Frey: 'Sono rimasto incredulo quando ho letto la notizia - ha dichiarato il suo ex preparatore ed allenatore ai tempi di Parma, Pietro Carmignani, ospite ai microfoni di Radio Toscana -. Il mio primo pensiero è stato mandargli un messaggino che spero abbia ricevuto. Conoscendolo caratterialmente credo che lo ritroveremo più forte di prima perché ama la lotta e le avversità. Ha un carattere e le qualità per risorgere mentalmente e fisicamente'.

'Corvino è un ottimo direttore sportivo ma non capivo la scelta del gran valore di Boruc alle spalle di Frey. Forse era un segnale da dare a tutti i giocatori che nessuno era indispensabile. Ma lo stimolo al portiere francese evidentemente gli ha fatto bene e stava dimostrando tutto il suo valore. Boruc sarà all'altezza di sostituire Frey perché ha un livello eccellente, è coraggioso, reattivo, non so come farà la Fiorentina a gestire due grandi portieri quando il francese si sarà rimesso - ha concluso Carmignani -. Se dovessi scommettere, alla fine, nonostante sarà reduce dal lungo stop, Frey rimarrà a Firenze'.