56

Come un fulmine a ciel sereno. Angel Di Maria, uno dei grandi protagonisti della finale di Champions League vinta dal Real Madrid sull'Atletico Madrid, esce allo scoperto e in un'intervista rilasciata ieri a Marca dice: "Voglio sapere cosa sarà di me prima del Mondiale". 

DI MARIA VUOLE CERTEZZE DA ANCELOTTI - Non si tratta, intendiamoci, di una richiesta di cessione, ma solo di una volontà di ricevere qualche certezza in più sul suo ruolo nella squadra campione d'Europa nella prossima stagione. In altri termini, l'argentino chiede a Carlo Ancelotti: sarò titolare nel 2014-15? Un Ancelotti, per altro, coperto di elogi da Di Maria nel corso della stessa intervista: "La stagione è stata da dieci, Ancelotti ha tirato fuori il meglio di me". 

E UN AUMENTO DA FLORENTINO - Oltre all'aspetto tecnico, però, c'è dell'altro: l'uscita a sorpresa di Di Maria, che turba leggermente il clima di idillio che si vive dalle parti del Santiago Bernabeu in seguito alla conquista della Decima, ha anche un'altra chiave di lettura, quella economica: il contratto del classe 1988 di Rosario scade nel 2018, ma questo, per lui, potrebbe anche essere il momento buono per avere un ritocco dell'ingaggio

JUVE, SPERANZA VANA - Il mercato? La voglia di cambiare aria? E' l'ultima delle spiegazioni possibili della frase di Di Maria. Lui vuole restare al Madrid, da titolare e con un ingaggio più alto. E Florentino Perez non ha alcuna intenzione di privarsi di uno degli eroi della finale di Lisbona. Le pretendenti, fra le quali la Juventus (Antonio Conte stravede per Di Maria) se ne facciano una ragione: il barlume di speranza acceso da questa frase ("Voglio sapere cosa sarà di me prima del Mondiale") è destinato a essere vano.

ALTRI NOMI - Sulla via tra Torino e Madrid possono aprirsi altre piste di mercato: ai campioni d'Europa piace il centrocampista cileno Arturo Vidal (pure nel mirino del Barcellona insieme a Llorente per Alexis Sanchez), mentre ai bianconeri interessano l'attaccante spagnolo Alvaro Morata (richiesto anche in Inghilterra da Arsenal e Liverpool) e un terzino sinistro tra il brasiliano Marcelo e il portoghese Fabio Coentrao