63
Scoppia la polemica tra la Juventus e il ct della Nazionale Antonio Conte dopo l'infortunio patito quest'oggi a Coverciano da Claudio Marchisio, infortunio che dopo il bollettino emesso dalla società bianconera in serata sembra meno grave di quanto si temesse. Il presidente di Fiat ed Exor (la controllante della casa automobilistica torinese) John Elkann ha rilasciato una battuta molto dura: "Da capire perchè in Nazionale li fanno lavorare così tanto".

LA STIZZA DEL CT - Non si è fatta attendere la risposta di Antonio Conte alla vigilia della gara contro la Bulgaria: "Mi dà fastidio chi cerca di mettermi il passato contro. Io faccio lavorare troppo i giocatori in Nazionale? Perchè Elkann non me l'ha mai chiesto quando ero alla Juventus? Da noi non si lavora sodo, si lavora bene. Marchisio è un giocatore importante per noi, ma sarà sostituito degnamente da Bertolacci, che giocherà al suo posto".
JOHN TORNA ALLA CARICA - Dopo il mistero relativo al tweet dell'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, bollato come fake dalla società bianconera ("Adesso parlatemi di stage il prossimo anno", il messaggio attribuito al tecnico) , è arrivato un altro carico da 90 di John Elkann nei confronti di Conte: "Conte a Torino allenava, in Nazionale fa il selezionatore. Sono due lavori diversi. Dopodiché se uno vuole passare come il selezionatore con maggiori infortuni...".

TAVECCHIO: 'UN CASO CHE TURNA LA NAZIONALE' - Del 'caso Marchisio' parla anche Carlo Tavecchio, presidente della Figc: "Per un incidente sfortunato si monta un caso che turba la Nazionale azzurra. Antonio Conte è un grande professionista, che lavora per il bene di tutta l'Italia calcistica".