42
Gabriel Jesus si è ripreso il palcoscenico dei grandi. Perché la sua notte al Bernabéu ha acceso nuovamente i riflettori sull'attaccante brasiliano del Manchester City: un gol pesantissimo al Real, la sua tipica esultanza, un segnale forte mandato al suo agente già durante le prime settimane di febbraio. Sì, perché Gabriel ha giurato amore al Manchester anche quando ha saputo di diversi top club pronti a fare un'offerta per prenderlo. Solo City, pure dopo aver scoperto della possibilità di non giocare la Champions League nei prossimi anni. Questione di rispetto verso il club che ha investito su di lui.

Ascolta "Gabriel Jesus, le missioni della Juve e la risposta del brasiliano alle proposte" su Spreaker.
LA VERITA' SULLA JUVE - Da giorni in Inghilterra si parla di una Juventus molto interessata al brasiliano; di certo, il ds bianconero Fabio Paratici ha seguito più volte di persona il Man City e Gabriel Jesus è un giocatore che stima tantissimo. Almeno due missioni negli ultimi sei mesi per monitorare i Citizens e (anche) per studiare i progressi dell'attaccante della Seleçao. Un colpo da Juve per caratteristiche tecniche, età, potenziale, futuro ma anche presente assicurato. Eppure, la Juve come il Barça e gli altri club che si sono informati da mesi hanno già memorizzato l'idea di Gabriel: vuole solo e soltanto rimanere al Manchester City, lo ha promesso personalmente a Guardiola, lascerebbe solo qualora dovesse essere il club a scaricarlo. Cosa che Begiristain e Soriano non hanno nessuna intenzione di fare. Ecco perché nella lista dei desideri di tanti club rimarrà il suo nome. Ad oggi, Gabriel Jesus non ha alcuna voglia di spostarsi.