6
Prosegue la magia della Cremonese che guida la classifica di Serie B. Importante la vittoria di ieri contro l'Alessandria che ha così riportato i grigiorossi in vetta a quota 63 punti. In questa corsa verso la promozione in Serie A tra i protagonisti c'è Gianluca Gaetano, ieri decisivo con un gol spettacolare in grande slalom che è valso il raddoppio. Talento scuola Napoli, può rientrare nel futuro azzurro che punterà proprio sui giovani, ancora meglio se costruiti in casa.

STAGIONE DELL'ESPLOSIONE - Gaetano ha iniziato la stagione alle dipendenze di Luciano Spalletti. I due ritiri, quello di Dimaro e di Castel di Sangro, li ha vissuti come parte integrante del gruppo ed è anche sceso in campo nelle prime due giornate di campionato con il Napoli affrontando Venezia e Genoa. Poi è arrivato il passaggio a Cremona, diventata ormai una seconda casa per lui e la compagna Maria. Gaetano, infatti, a gennaio 2020 si trasferì in prestito alla Cremonese ma lo scoppio della pandemia ne rallentò la crescita. Lo scorso anno il primo vero anno in B con 7 gol e 4 assist stagionali. Ed eccoci alla stagione corrente, in cui si sta mettendo fortemente in mostra, tra giocate di gran livello come quella di ieri e i numeri che sono dalla sua (5 gol e 4 assist in 30 presenze fin qui). 
LE ORIGINI - Facendo un passo indietro, Gaetano è praticamente nato con la maglia del azzurra addosso. Originario di Cimitile, comune in provincia di Napoli,  a 16 anni era già con la Primavera. Cresciuto alla scuola calcio Future Boys, è arrivato al Napoli nel 2011 all'età di 11 anni e da lì è iniziato a venire fuori tutto il suo talento. È diventato un vero e proprio trascinatore nel settore giovanile partenopeo, ricoprendo tanti ruoli, soprattutto quello di ala sinistra, falso nueve e trequartista e segnando reti da talento assoluto. Nel 2019 finalmente l'esordio in prima squadra: sotto la guida Ancelotti scendeva in campo contro Sassuolo (Coppa Italia), Spal e Bologna (Serie A). L'anno successivo (2019/20) ha avuto spazio solo nei minuti finali di Napoli-Genk di Champions League, prima di essere girato in prestito alla Cremonese.

IL FUTURO - Nella sua crescita alla Cremonese sta "studiando" anche da centrocampista. Nella formazione di Luciano Spalletti poteva rientrare già quest'anno e avrebbe anche trovato spazio tra dicembre e gennaio viste le tante indisponibilità che ci sono state. Alla fine la decisione è stata quella di tornare in prestito alla Cremonese per fare il salto di qualità definitivo e ci sta riuscendo alla grande. Rinnovato il contratto la scorsa estate fino al 2025, il Napoli lo ritroverà nella prossima preparazione precampionato. L'idea del club di De Laurentiis è vederlo all'opera in Serie A dalla stagione 2022/23 e il di un ultimo prestito nell'Empoli di turno potrebbe esserci. Però tutte le valutazioni le farà Spalletti da vicino e non è da escludere una permanenza nella rosa del Napoli, rientrando così a casa per non andare più via.