195
Gentile Procuratore,

sono un interista affranto dopo la prova dell'Inter contro il Sassuolo e mi dispiace per Gagliardini decisamente in serata no: un errore tecnico imperdonabile che toglie ogni speranza di rincorrere la Juventus (e la Lazio) per la conquista dello scudetto. Scrivo in questa rubrica non tanto per sottolineare il mio disappunto, ma per capire se gli errori tecnici di questa portata potrebbero essere puniti da una società di calcio in qualche maniera. Lo "scarso rendimento"  di un lavoratore a volte può essere causa di licenziamento, ma non so se possa valere anche nel calcio. Grazie per l'attenzione. Interista affranto '65




Caro Interista (affranto),

Gagliardini avrà anche sbagliato un gol più facile di un rigore, ma non lo si può assolutamente accusare di "scarso rendimento"
. Lo scarso rendimento nel calcio potrebbe trovare una propria collocazione giuridico-calcistica nel poco impegno del calciatore in allenamento (in questi casi i calciatori potrebbero, ad esempio, essere esclusi dagli allenamenti stessi!), ma non in un incidente sfortunato nel calciare un pallone verso la porta in una partita di campionato. E' da escludere, infatti, qualsiasi forma di "ritorsione" sanzionatoria nei confronti di un calciatore che non disputa una buona gara; se così fosse si creerebbe un precedente pericoloso che penderebbe sulla testa dei calciatori come la spada di Damocle.

Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: l'Inter può ancora considerarsi in corsa per lo scudetto nonostante il pareggio rocambolesco con il Sassuolo?