Commenta per primo

C'era anche Adriano Galliani oggi a Milano presso il Milan Megastore, per la presentazione del libro “con il MILAN nel cuore”, scritto da Carlo Pellegatti. E' stata l'occasione per parlare del momento rossonero, di Ibra e di mercato: "Vincere il derby è stato molto importante, ho visto un Milan tosto. Dopo l'espulsione di Abate sono sceso negli spogliatoi, il giocatore piangeva, io imprecavo. Poi sono andato in uno stanzino, da solo, fino al fischio finale. Quando sono andato a Barcellona per Ibrahimovic abbiamo parlato del derby: ci siamo detti che sarebbe stato bello vincerlo 1-0 con un suo gol sotto la Curva Nord. E così è stato".

Sabato sera a San Siro arriverà la Fiorentina: "Sarà una gara molto complessa perchè rivedremo i nazionali solo giovedì. Quest'anno per vincere lo scudetto conterà molto la media inglese. Sono d'accordo con Allegri, chi arriverà a +2 avrà buone probabilità di vincere. Scudetto o Champions? La Champions è sempre importante, ma dopo 7 anni c'è tanta voglia di Scudetto".

Inevitabile un commento alle parole di Ibrahimovic, che si è detto pronto a chiudere la carriera in rossonero: "Ibra ha voluto fortemente il Milan e credo che sarà la sua ultima squadra. Ha un contratto fino al 2014, ma lo convinceremo a prolungare. Ho capito perchè ha vinto tanti titoli, è un guerriero, fisicamente e mentalemente".

Senza Inzaghi, potrebbe arrivare una punta: "Pato tornerà il 6 gennaio, con lui e Ibra prime punte più Ronaldinho e Robinho siamo completi. A gennaio non arriverà nessuno. Matri? Lo conosciamo bene, è cresciuto con noi. Ma gioca nel Cagliari non parlo dei giocatori delle altre squadre".

Ci sarà Ronaldinho nel futuro del Milan? "Ho già detto che il suo contratto e quelli degli altri giocatori in scadenza a giugno verranno discussi in Primavera. Balotelli? Ripeto, non parlo dei giocatori delle altre squadre. E' giovane, c'è ancora tempo".

La proprietà è invece una certezza: "Fa molto piacere che Barbara voglia entrare a far parte del Milan. E' la dimostrazione dell'amore della famiglia Berlusconi per questa società".

Galliani, che non ha voluto commentare il possibile approdo di Leonardo all'Inter, ha invece risposto così a chi gli chiedeva dell'ultima telefonata uscita riguardo a Calciopoli: "E' di quattro anni fa e se n'è già parlato".