Commenta per primo
L'amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, ribadisce la fiducia nei confronti di Ronaldinho e conferma che il brasiliano non lascerà il club: "Non c'è nessun problema con lui. C'è già un accordo con suo fratello, non ci sono dubbi che giocherà nel Milan l'anno prossimo". Con queste parole, rilasciate a margine di un incontro organizzato dall'Adidas al Pirellone, l'ad rossonero cancella dunque le voci di un possibile addio del giocatore brasiliano. Galliani ha poi voluto ringraziare Onyewu per aver chiesto il prolungamento del contratto senza però pretendere soldi in più rispetto a quelli previsti dal suo precedente accordo biennale. Intanto, l'agenzia Agi rivela che Silvio Berlusconi avrebbe confidato ad alcuni esponenti del Pdl la sua amarezza per la contestazione della quale è stato fatto oggetto sabato sera a San Siro, in occasione di Milan-Juventus, da parte dei tifosi rossoneri ("Presidente bocciato, assente ingiustificato"): "Sono amareggiato. Dopo tutto quello che ho fatto... Non lo merito. Sono stato io a portare questa squadra sul tetto del mondo, li ho fatti sognare e vengo ripagato così... Non c'è riconoscenza, ma la riconoscenza non appartiene al mondo della politica, figurarsi a quello dello sport...". Il Premier e patron rossonero dovrebbe incontrare domani pomeriggio il Milan a Villa Gernetto, a Lesmo.