76
Adriano Galliani, storico dirigente del Milan di Berlusconi, è intervenuto prima della presentazione del libro di Arrigo Sacchi a Firenze:
"Milan di Sacchi? A ripensarci tocca il cuore, infatti ad Arrigo non dico mai di no. Ricordare quei tempi è sempre meraviglioso, oggi a maggior ragione, visto che è il compleanno di Van Basten. Lui è il più forte che il Milan abbia mai avuto, ci siamo sentiti anche oggi.
Monza? La squadra è forte, speriamo possa salire di categoria. Il mio più grande merito è di aver fatto diventare tifoso del Monza Silvio Berlusconi.
Commisso? La Fiorentina ora sta andando molto molto bene. Commisso è stato a un passo dal comperare il Milan, non capisco perché Yonghong Li non abbia ceduto a lui il Milan. Dopo pochi giorni ha perso tutto ed è subentrata Elliott, non ho mai capito. L'ho incontrato a Milano, mi ha fatto una grande impressione e quel che ha fatto Li resta un gran mistero. Avere Commisso per la Fiorentina è un grande affare. Voglio ricordare anche i Della Valle, vorrei sapere che fine avrebbe fatto la Fiorentina senza di loro.
Montella? Sono legato a Vincenzo, ha portato l'ultimo trofeo della nostra gestione.
VAR? Se ci fosse stato il VAR sul gol di Muntari avremmo vinto lo scudetto nel 2012 e magari anche dopo. Del VAR penso bene: è da migliorare ma ha ridotto le polemiche arbitrali, va migliorato il protocollo, ma viva il VAR!
Pradè? L'avrei portato al Milan, ci ho provato più volte."