1
Da una parte Eleonora, dall'altra Danilo. Insieme, con noi, da Oklahoma, per una quarantena diversa. "E' più libera qui", ci dicono subito, ma la vivono con responsabilità fin dal primo giorno, loro che la percezione del pericolo l'hanno avuta vivendo l'emergenza italiana, prima ancora che americana. Lo racconta Eleonora Boi, nota giornalista in passato a Premium, e anche Danilo Gallinari, stella italiana della NBA, da questa stagione agli Oklahoma City Thunder. Proprio lui che ai compagni, nello spogliatoio, ha raccontato tutto sul coronavirus e sull'Italia proprio prima del fischio d'inizio della gaza con Utah, prima dello stop della NBA. In questa quarantena c'è tutto. C'è l'amore, c'è l'amore per l'Italia, un po' di preoccupazione, c'è anche il Milan e la "lotta" anche casalinga per l'Europa contro il Cagliari. Ci sono anche tanti sorrisi, tra gli allenamenti, i film, la cucina e l'eterna diatriba: calcio o basket? Entrambi! Cosa non c'è? "Un parrucchiere", scherza Danilo.

Come state vivendo la quarantena?

Eleonora Boi: "Io in maniera un po' pigra, guardo le serie, i film e così via. Ho iniziato, ma Danilo non è stato un buon personal trainer".
Danilo Gallinari: "Io mi alleno e lei no. Ho provato a farla allenare, ma ha mollato. Alla fine è sempre colpa di noi uomini. Gli allenamenti dei Thunder sono semplici abbastanza, i miei sono più difficili".
Eleonora: "Ha appeso anche una barra per trazioni in bagno. Io Netflix, cellulare, ho smesso anche di cucinare (ride)".
Danilo: "E' crisi, siamo in un momento di calo".

Tra NBA, partite e tanti trasferimenti: come si vive la vita di coppia con tutte queste partite?
Eleonora: "Spesso vado in trasferta, spesso scelgo in base alle città, per turismo, se mi piacciono. Quest'anno sono andata a New Orleans, ma non ho nemmeno visto la partita, mi sono persa nella sua bellezza (ride)".
Danilo: "All'inizio aveva molto più entusiasmo, poi quando si è accorta che durano tre ore, c'è meno attenzione rispetto al tifo italiano, ultimamente mi aspettava sempre a casa".

Se ho visto The Last Dance?
Danilo: "Avevo detto di no, ma non ho resistito. Lei era interessatissima. Non è vero, non ha visto nemmeno un minuto (ride). Basket qui se ne guarda poco in realtà, quando gioco Eleonora mi guarda, altrimenti quasi mai".

Tv, romanticismo o trash: cosa guardate?
Danilo: "Non scherziamo, parliamo di 'Too Hot, too handle'. Diciamo che alterniamo cose più trash a contenuti più impegnativi. Sui film ci alterniamo, ogni tanto sceglie lei, ogni tanto io: ogni horror suo sono tre commedie mie".

Semifinale di Champions o Playoff Nba: cosa scegliete?
Entrambi: "Semifinale di Champions".

Gallinari passione Milan, Boi amore Cagliari: c'è stata una lotta "casalinga" per l'Europa come nella realtà?
Danilo: "Su questa lotta potremo parlare a lungo. Anche fisica, scherziamo (ride). C'è una scommessa però, che chiaramente ho vinto io".
Eleonora: "Beh, in realtà in Italia ancora non hanno chiuso quindi...".
Danilo: "Massì, in Italia il campionato si fermerà e quindi ho vinto. Sarà così".

Cos'è per te il Milan?
Danilo: "E' un rapporto di fratellanza, sono molto legato ai colori e al Milan, quando torno in Italia spesso vado a San Siro, passo da Milanello a salutare i ragazzi. Lei è legata a quella squadraccia (ride). Scherzo, tanti complimenti al Cagliari, sta facendo un campionato meraviglioso".

Quindi in Italia non si riparte?
Danilo: "Non credo".
Quarantena, tamponi, ritiro, porte chiuse: qual è la soluzione?
Danilo: "Nel caso in cui si ripartisse, parlo soprattutto per l'NBA, sarà fondamentale farlo a porte chiuse, almeno in questa stagione. E' una soluzione ideale per tutti, è strano per i giocatori, ma diventa troppo difficile da gestire. Mi auguro di finire la stagione. Ho sensazioni negative sulla ripresa, non penso si farà, ma buttare via tutto il lavoro fatto sarebbe brutto. Sarebbe bello ma la vedo logisticamente difficile, riprendendo tardi poi sarebbe condizionata anche quella dopo".

Il bel rapporto con Chris Paul?
Danilo: "Abbiamo un rapporto super, fin dall'inizio. Siamo sempre in contatto, anche con la squadra".
Eleonora: "Vi porta anche gli attori durante le chiamate".
Danilo: "Se uno è Kevin Hart? Sì, bravo indovinato, ci ha fatto piangere dal ridere una volta".
Eleonora: "Quando porta JayZ o Beyonce mi unisco anche io".

San Siro vi accomuna, per le emozioni della prima volta in campo e per la fede rossonera: il ricordo più bello o divertente?
Eleonora: "Mai stati insieme lì. Ho un ricordo divertente: una volta ero nel garage ad aspettare i giocatori per le interviste, è arrivato un personaggio e io per cercare di fargli una domanda al volo sono inciampata e mi sono spalmata per terra. Una figura divertente, chi c'era se la ricorda".
Danilo: "La semifinale di Champions 2007 contro il Manchester United: 3-0 e tutti a casa".

Giocatore preferito?
Danilo: "Paolo Maldini".
Eleonora: "Cagliari".

Il più forte con cui hai giocato?
Danilo: "Chris Paul".

Il più forte contro cui hai giocato?
Danilo: "Durant, anche più di Lebron. E' più tecnico, meno fisico, ma più tecnico perciò più immarcabile".

Il giocatore che ti fa più impressione in NBA?
Danilo: "Ele non sbagliare eh! (ride)".
Eleonora: "Se devo essere sincera Steph Curry, così nanerottolo rispetto agli altri e faceva la differenza".
Danilo: "Ma tu devi rispondere il tuo fidanzato. Sono deluso".

Basket-mercato: in che città vorrei giocare?
Danilo: "Mi piacerebbe finire questa stagione ad Oklahoma... fregato! Voglio tornare in Italia per l'estate, poi deciderò".

Il sogno: più Europeo con l'Italia o anello NBA?
Danilo: "Europeo con l'Italia. Succederà a breve, ricordati questo che ti ho detto eh".

L'aneddoto più divertente?

Eleonora: "A me ha colpito la storia di Lou Williams, che ha due fidanzate ufficiali, che coesistono e lo stanno bene. Vivono insieme, vedono insieme le partite".
Danilo: "Io l'ho proposto ma mi ha detto di no. Sei gelosa?".
Eleonora: "Noooo (ridono)".

I giovani italiani tra college e Nazionale?
Danilo: "Possono arrivare tutti in NBA. Mi auguro che potremo allenarci insieme dalla prossima estate. Non so a che punto verrà estratto del primo giro Mannion, ma sarà lì".

Il ricordo sportivo più bello di Danilo Gallinari?
Eleonora: "Il momento più bello che ho vissuto è la rimonta contro Golden State, da -31 alla vittoria nei playoff con i Clippers".

Partita, vittoria e canestro più bello e importante?
"
I 47 punti contro Denver. Golden State la vittoria più bella. Il canestro... Eleonora è il mio canestro più bello".

Trump, l'NBA, il futuro del basket italiano, gli aneddoti e ancora calcio: tutto nell'intervista video integrale.