Commenta per primo
Tanti sorrisi, atmosfera da ultimo giorno di scuola. Il campionato è finito, la stagione volge al termine e a Pegli c'è voglia di fare festa, anche per lasciarsi alle spalle fatiche e delusioni delle ultime settimane. È il pomeriggio di Diego Angelo, neo acquisto rossoblù, ansioso di prendere contatto con la sua nuova squadra. Il primo impatto è decisamente inusuale: in programma c'è un torneo sul campo a 7, tanto per tenere le gambe in allenamento: in palio, cena pagata. Quattro squadre, compresa quella formata da Gasperini, il suo vice Caneo, il preparatore dei portieri Spinelli, il collaboratore tecnico Venturi, i due preparatori Pilati e Trucchi. In porta, guarda un po', un sorridente e rilassato Marco Amelia. Risate e battute, segnali di distensione con il portiere confermato anche per la prossima stagione? Solo il tempo dirà. Intanto, però, a giocare in porta nelle altre formazioni ci pensano Milanetto, preso in giro dai compagni per la statura non proprio elevata, Acquafresca (protagonista di ottime parate) e Tomovic. A dominare la scena è l'entusiasmo dei ragazzi della Primavera, come Boakye, Lazarevic, Cofie e Terigi, a cui si devono aggiungere altri due ragazzi cresciuti nelle giovanili rossoblù come Andrea Signorini e Martino Borghese, di rientro dai prestiti ad Alessandria e Alghero. Le tre amichevoli organizzate in questi giorni serviranno loro per mettersi in mostra, per dimostrare alla società che può contare su di loro. Soprattutto nell'ottica di un inserimento in pianta stabile di due o tre di loro nella rosa della prima squadra. Nel futuro immediato c'è però la Final Eight del campionato Primavera, che si giocherà a Macerata all'inizio di giugno: oggi, intanto, è in programma il sorteggio per definire il tabellone. 'Vorrei evitare Brescia ed Empoli, stanno attraversando un ottimo periodo. Comunque se si vuole arrivare fino in fondo prima o poi... Tralasciando le genovesi, le favorite per il successo finale sono Milan, Palermo e Lazio', spiega il tecnico Luca Chiappino, che poi aggiunge una considerazione sul fattore campo: 'Giocheremo su terreni in erba naturale: vorremmo disputare un paio di amichevoli prima della partenza per prendere confidenza'. Partiti i vari Criscito, Bocchetti, Sokratis e Suazo, verso i ritiri delle rispettive nazionali, Gasperini può contare ancora su un manipolo di veterani come Milanetto, Juric, Sculli e Scarpi, a cui si devono aggiungere Zapater e Mesto, che sono stati tra i pochi a non aver problemi fisici durante la stagione. Scenderanno in campo oggi al Porta Elisa contro la Lucchese (ore 20.30): non ci sarà Juric, che rimane a Genova, con il permesso della società, per prendere parte al corso per diventare allenatore; e non ci sarà Palladino, che ieri è rimasto a guardare i compagni da bordocampo per un problema muscolare. (Il Secolo XIX)