Commenta per primo
Sarebbe bastato un punto per puntellare l'ottavo posto in classifica, e invece è arrivata l'ennesima sconfitta in trasferta. E' stato sufficiente un guizzo di Maxi Lopez in mezzo all'area di rigore per mettere in ginocchio una suqadra capace fino a quel momento di reggere bene il confronto nonostante le tante assenze. 'Ma quando sbagli tanto in avanti può succedere di perdere - spiega con grande serenità il ds del Genoa Stefano Capozucca -, nel primo tempo abbiamo tenuto molto bene e la palla del vantaggio l'abbiamo avuta noi con Palladino. Anche nella ripresa c'è stata la grande occasione di Acquafresca, poi è arrivata l'espulsione di Juric e quindi il loro gol. Purtroppo è andata così, ma ai ragazzi nessuno può dire niente, su questo non ci sono dubbi. Ancora una volta il mister è stato costretto a fare i salti mortali per schierare una formazione all'altezza della situazione e devo dire che è stato bravo anche lui nelle difficoltà. Ho visto un Genoa un po' diverso dal solito ma ben messo in campo, mi è piaciuto, devo dire la verità. Purtroppo, come spesso ci è capitato in passato, crolliamo dopo essere passati in svantaggio'. Capozucca poi prova a fare un bilancio della stagione. 'Siamo tutti contenti di quello che abbiamo fatto - commenta -, non dimentichiamo che abbiamo affrontato la prima esperienza europea dopo tanti anni e che per molti di noi era la prima volta. Di sicuro abbiamo sbagliato qualcosa, lo abbiamo già ammesso altre volte, e non ci vedo niente di male a confermarlo anche oggi. Ora siamo pronti a buttarci sul futuro per allestire una squadra ancor più competitiva'. (Gazzetta del Lunedì)