Non cerca scuse Daniel Bessa dopo la storica eliminazione subita dal Genoa in Coppa Italia contro l'Entella: “Non abbiamo fatto la partita che dovevamo fare - ha dichiarato l'italobrasiliano a Telenord - mi dispiace aver sbagliato il rigore e aver compromesso la qualificazione, adesso dobbiamo andare avanti compatti e tutti insieme e dobbiamo portare il pubblico dalla nostra parte con le vittorie”.

Anche riguardo alla decisione della società di sollevare dall'incarico Ivan Juric Bessa preferisce non nascondersi: “L’esonero di Juric è una sconfitta anche per noi, mi dispiace che paga lui per gli errori nostri ma dobbiamo andare avanti, abbiamo la Spal e dobbiamo pedalare”.

Ora il rischio è quello di essere entrati in un vortice mentale negativo? “Quando ci tieni a qualcosa - conclude Bessa - e non succede ci rimani male e stai giù con il morale questo può ovviamente penalizzarti credo però che non è quello che è mancato in campionato, ma contro l’Entella si, era nostro obbligo vincere e superare il turno, ripeto mi dispiace aver sbagliato il rigore ma l’importante adesso è ritrovare la serenità che ci manca”.