9
L'emergenza infortuni che Andriy Shevchenko dovrà fronteggiare questa sera contro il Milan non è certo una novità per il suo Genoa. Dall'inizio della stagione l'infermeria di Villa Rostan ha lavorato costantemente a pieno regime, accogliendo a più riprese giocatori vittime di guai fisici di diversa natura.

ASSENZE PESANTI - Ad aggravare il peso delle assenze odierne, che poi sono le stesse fatte registrare nei primi due incontri dell'era Sheva, è il valore specifico dei giocatori a cui l'ucraino dovrà rinunciare. Sommando le reti messe a segno dai marcanti visita di questa sera si scopre infatti che questi hanno realizzato ben 14 dei 17 goal messi a referto dal Grifone in questa prima parte di campionato, oltre l'82% del totale.
BOTTINO PIENO - A recitare la parte del leone è ovviamente Mattia Destro, capace di andare a bersaglio sei volte nelle otto occasioni in cui è sceso in campo. Alle sue spalle spicca il contributo portato alla causa da capitan Mimmo Criscito, autore di ben cinque reti, tutte su rigore. Segue quindi Mohammed Fares, protagonista con una doppietta dell'unica vittoria rossoblù in campionato, quella di Cagliari dello scorso 12 settembre, e Felipe Caicedo, in gol nella sconfitta in casa del Torino. 

RESIDUI - Provando a rovesciare la statistica, va da sé che contro i rossoneri il Genoa potrà schierare soltanto tre giocatori presenti nell'attuale classifica dei marcatori, tutti con un gol ciascuno. Si tratta di Johan Vazquez, di Andrea Cambiaso e di Flavio Bianchi. E anche se Shevchenko non potrà scendere in campo a risolvere i problemi di persona come gli capita spesso nella sua prima vita nel mondo del pallone, toccherà sempre a lui trovare in qualche modo il bandolo della matassa.