Commenta per primo
Mancavano solo i gavettoni. Classici di fine scuola. Invece nell'ultimo allenamento del Genoa al Pio XII c'era un nuovo compagno. Il centrocampista greco Tatchidis arrivato lunedì. C'è aria di festa. Il campo a undici sembra essere stato cavato per diventare un orto. In realtà sono partiti i lavori di rizollatura. Ci si allena così nel campetto in erba sintetico. Quello più piccolo. Lo staff tecnico divide il gruppo in tre squadre. Tra quelli con la pettorina bianca c'è anche la Iena Luca Bizzarri. A corto di fiato. In porta Omar Milanetto che si destreggia bene. Con parate alla Garella. Fino a quando il suo nuovo compagno greco si presenta ai tifosi con una conclusione che si infila sotto l'incrocio. Fisico da granatiere, tecnicamente non dispiace. Sarà poi Gasperini a decidere se il centrocampista ellenico è pronto per la prima squadra. Nei blu oltre ai tanti giovani si scorge Acquafresca tra i pali. Potenza dell'ultimo giorno di scuola. Arriva poi Fatic con la caviglia sinistra ingessata. Intervento per la correzione di un osso. Meno di un mese e sarà pronto. Il presidente Preziosi era a Genova. A Villa Rostan non si è visto. Ha incontrato tecnico e collaboratori. Il mercato è partito. Gli obiettivi sono ancora lontani. Criscito e Bocchetti continuano a sudare al Sestriere agli ordini di mister Lippi. Se il primo è sicuro di andare in Sud Africa, il secondo è tra i papabili esclusi. I bookmaker esteri quotano ad 1,33 l'esclusione del centrale difensivo, mentre la convocazione è pagata a 3. Buona scommessa… (Il Giornale - Edizione Genova)