9
Uno straordinario dispiegamento di forze dell'ordine e di steward: è quello che la Questura di Genova e il Genoa CFC prevedono di mobilitare in occasione della sfida di domenica tra i rossoblù e la Lazio.

La decisione comunicata ieri dal questore del capoluogo ligure di consentire ai tifosi ospiti di assistere alla sfida di Marassi negli stessi settori dello stadio in cui sono presenti sostenitori e abbonati della squadra di casa sta facendo sorgere diverse preoccupazioni in città.

A sollevare la questione era stata ieri l'Associazione dei Club Genoani che con un durissimo comunicato aveva letteralmente definitivo la scelta di mescolare le due tifoserie "assurda e provocatoria", parlando addirittura di "pericolosa convivenza" all'interno dello stadio. All'ACG sono presto giunte la solidarietà della FederSupporter, la sigla che tutela i diritti dei tifosi italiani, ma anche tante critiche per i toni ritenuti eccessivi da più soggetti.

Da questo clima di altissima tensione scaturisce la decisione della Questura di Genova di aumentare il presidio della zona attorno e dentro all'impianto cittadino nelle ore precedenti e successive al fischio d'inizio. Una scelta in parte condivisa e appoggiata dalla stessa società rossoblù che per domenica amplierà l'utilizzo del personale di vigilanza solitamente impiegato in occasione delle gara di campionato.